M5S News

Stop agli Euro 0 e domeniche "sostenibili": il M5S contro lo smog a Torino

"Vogliamo avviare “misure strutturali dato che quelle emergenziali, applicate fino ad oggi, non sono state efficaci"

Bloccare anche il sabato e la domenica, dalle 8 alle 19, la circolazione di tutti gli Euro 0 e dei diesel Euro 1 e 2, effettuare il trasporto merci anziché su gomma tramite la rete tranviaria, prevedere delle “domenica della sostenibilità” con stop al traffico ed eventi in strada che coinvolgano tutte le Circoscrizioni. Sono queste alcune delle proposte, contenute nella mozione depositata oggi dal M5S, per contrastare l’inquinamento atmosferico a Torino. “La città”, spiegano i primi firmatari Federico Mensio, Aldo Curatella e Roberto Malanca, “almeno nell’ultimo decennio, è stata maglia nera europea per la qualità dell’aria”.

“La attuale inchiesta avviata dalla magistratura”, proseguono, “è un indicatore di come sia mancata, in passato, una reale azione politica volta a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo per salvaguardare la salute di tutti”. “Vogliamo avviare quanto prima”, sottolinea il Gruppo Consiliare del M5S, “misure strutturali dato che quelle emergenziali, applicate fino ad oggi, non sono state efficaci”.

Diverse le proposte lanciate dalla squadra di Chiara Appendino, in linea con il protocollo antismog firmato lo scorso 9 giugno a Bologna dal Ministro dell’Ambiente, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano.

Oltre al blocco del traffico e “domenica della sostenibilità”, il M5S propone di modificare entro il 2020 l’attuale PUMS, definendo all’intimo in modo chiaro i passaggio per eliminare  tra il 2030 e il 2050 tutti i veicoli con motore a schianto. I pentastellati chiedono inoltre di aumentarea Torino la rete dei sensori per misurare i principali inquinanti e che Regione e Comuni si impegnino a potenziare il trasporto pubblico locale.