M5S News

Smat, Appendino e il M5S spingono per la trasformazione pubblica

La grillina Albano:"Lo studio comparativo ha messo in evidenza come non esistano elementi che possano ostacolare la trasformazione, ma che la scelta è puramente di carattere politico”

Dopo quattro anni la giunta Appendino spinge il piede sulla trasformazione di Smat in società di diritto pubblico. L’accelerata arriva per mano di una mozione della consigliera del M5S Daniela Albano del 20 gennaio 2020, discussa questa mattina in commissione.

Il documento impegna Chiara Appendino a promuovere e sostenere, nell’assemblea dei Comuni soci di Smat, il cambiamento da S.p.A. in azienda di diritto pubblico. E Albano punta tutto sul piano politico, forte del referendum del 2011 – dove prevalse il sì all’acqua pubblica – e del programma elettorale grillino: una delle punte della stella a 5 punte, simbolo del Movimento, è appunto questa.

“Lo studio comparativo commissionato da Smat -commenta Albano - ha messo in evidenza come non esistano elementi che possano ostacolare la trasformazione, ma che la scelta è puramente di carattere politico”. “Quali sono quindi le forze politiche che non vogliono ottemperare all'esito referendario? Ormai la questione si riduce a rispondere a questa domanda” conclude la consigliera del M5S.

E la giunta, per bocca dell’assessore all’Ambiente Alberto Unia, ha confermato di voler portare la posizione della città – quindi la trasformazione in società di diritto pubblico – in assemblea dei soci.

Dubbioso il consigliere del Pd Enzo Lavolta, che commenta: “Il lunedì riducono la partecipazione pubblica in Iren, il martedì vorrebbero Smat più pubblica”. “La confusione su come gestire le aziende pubbliche e soprattutto i servizi ai cittadini in questa amministrazione é totale. Concentriamo gli sforzi di urti sulle priorità della Città in questo momento” conclude l’esponente dem.