M5S News

Eurodeputata lascia M5s: "Casaleggio controlla tutto, anche i nostri social"

L’europarlamentare 5 Stelle, Daniela Aiuto, ha lasciato il Movimento 5 Stelle. Già autosospesasi dopo che alcuni giornali avevano scritto che aveva chiesto rimborsi al parlamento europeo per uno studio che sarebbe stato invece copiato da Wikipedia, la Auto ha deciso di lasciare il movimento “senza aspettare fantomatiche espulsioni, e nell’impossibilità anche solo di difendersi, come capitò a Federico Pizzarotti”.

La donna ha anche denunciato in una lunga intervista a La Stampa l’eccessiva centralità della comunicazione nel movimento e il controllo a cui i pentastellati sono sottoposti da Casaleggio o da persone a lui vicine.

Sullo strapotere di Casaleggio, la Aiuto non risparmia le critiche: “Gli eletti sono al servizio della comunicazione, e non il contrario. Comunicazione fatta di persone di solito provenienti dalla Casaleggio, o scelte lì, e diventate il gestore delle nostre esistenze, non della comunicazione soltanto”.

Il reparto comunicazione del movimento decide “il successo o l’affossamento mediatico del singolo eletto”.

L’europarlamentare ha spiegato che gli addetti alle comunicazioni in certi momenti avevano anche fornito specifiche indicazioni ad alcuni membri su come vestirsi o truccarsi, mettendo così in secondo piano la meritocrazia.

“Io metto in discussione la subalternità di tutti alla comunicazione, cioè alla Casaleggio. Con me sono arrivati, per dire, a mettermi in pausa, come dicono loro, per due settimane per una foto uscita in un quotidiano locale a lato ad una Miss regionale”, ha raccontato la Aiuto.