M5S News

«È la prima volta – la nota di mercoledì – che su una questione importante come il blocco della circolazione le associazioni dei consumatori non vengono coinvolte. L’amministrazione ha infatti avviato il confronto solo con alcune categorie di rappresentanza del commercio, come se le problematiche legate al traffico fossero un appannaggio dei soli commercianti e non riguardassero, al contrario, tutta la cittadinanza. Non è tuttavia solo il metodo con cui sono state elaborate le proposte dell’amministrazione a suscitare più di un malumore. Nel merito dei contenuti riteniamo il provvedimento sbagliato e cervellotico, poiché allungare di una giornata il fermo degli autoveicoli crea un ulteriore disagio ai cittadini senza produrre un miglioramento proporzionale all’ambiente. Inoltre garantire la possibilità di circolare per coloro che hanno un Isee al di sotto dei 14 mila euro lede la privacy dei cittadini e non è una scelta equa, dato che l’indicatore ha poco a che fare con chi è in reale difficoltà economica. Per tutte queste ragioni come Federconsumatori chiediamo un convegno urgente al sindaco e all’assessore competente per discutere in merito ai provvedimenti presi». Il presidente Franco Todaro inoltre sottolinea che «se davvero si hanno a cuore le condizioni di chi è in difficoltà non si capisce perché sono state cancellate tutte le corse degli autobus da e per Battiferro e Cecalocco, mettendo in grave difficoltà soprattutto le persone anziane e costringendole all’isolamento forzato».