M5S News

Maria Antonietta Martines: "Litigi nel M5S? Preferisco parlare di confronto"

Le riflessioni nel M5S alla vigilia delle elezioni comunali: "Giochiamo per vincere"

"Sarò in lista come consigliera, ma non è una prerogativa. Se qualcun altro vorrà fare questa esperienza farò un passo indietro". Maria Antonietta Martinez, Movimento Cinque Stelle, nel 2016 ha sfidato Massimo Zedda per la poltrona da sindaco. Ha sfiorato il 10 per cento e si è presa un posto in Consiglio. "Questa volta andrà meglio. Giochiamo per vincere".

"Si, non sono abituata a prendere posizioni assolute ma i presupposti sono questi".

"È una parola che non mi piace usare. Preferisco pensare che ci sia una diversità di vedute dove l'intento finale sarà raggiungere il risultato migliore".

"Non ancora. Stiamo cercando un metodo democratico per far sì che questa persona possa essere riconosciuta e condivisa da tutti".

"Nel Movimento ognuno ha un ruolo. Se si portano avanti iniziative per una causa non lo si fa per un secondo fine, ma perché si crede in ciò che si sta facendo".

"Si, altre due. Tutti uomini, ma non voglio anticipare i nomi".

"Non lo so, ma se riusciremo a raggiungere l'obiettivo della lista condivisa non sarà necessario".

"Caschili e Calledda non lo sono, gli altri due pur essendo attivisti di lunga data non hanno fatto politica".

"Si, certo. È un capoluogo di regione importante".

"Tutti i parlamentari e anche lo staff nazionale ha interesse affinché si raggiunga questo intento di condivisione".

"Non lo so. Potrebbe essere che ci si incontri".

"Credo che a lui piacerebbe un'amministrazione a Cinque stelle a tralasciare da Virginia Saba. Cagliari è una città importante".

"No, ci ha dato le attenzioni che meritavamo anche prima. Nel 2016 è venuto quattro volte".

"Moltissima, immagino una città in cui finalmente si darebbe voce ai cittadini per portare avanti la vera democrazia partecipata".

"Non proprio, abbiamo una base che è quella utilizzata per le precedenti elezioni e che verrà aggiornata".

"Esistono dei gruppi di lavoro sul territorio che si confrontano su diversi temi".

"Molti si propongono e se il numero fosse maggiore rispetto al necessario faremo una votazione per scegliere".

"Avrebbe dovuto portare a termine il mandato che gli elettori gli avevano affidato".

"Partiamo svantaggiati dal fatto che dobbiamo metterci in gioco con le coalizioni e migliaia di candidati".

"È vero, correre da soli da una parte ti limita dall'altra, se vinci non devi fare compromessi con neppure uno".