M5S News

Il "Province Tour" del M5S parte da Massa-Carrara: «Ecco l'operato del governo»

Carrara - Ieri, venerdì, a Carrara si è svolta la prima tappa del Province Tour del Movimento 5 stelle: il consigliere regionale Giacomo Giannarelli e i senatori del M5S Laura Bottici e Gianluca Ferrara hanno cominciato il primo degli incontri previsti con varie associazioni di categoria. “Il province tour è uno step necessario – ha spiegato Bottici – per comprendere la portata di ciò che è stato fatto dal governo centrale, le sue ripercussioni sul locale e quel che c’è ancora da fare. Quando c’è un intervento legislativo c’è bisogno di un feedback, così da darci modo di introdurre eventuali correttivi. Penso ad modello alla fatturazione elettronica. Per questo ci confrontiamo con le associazioni di categoria.” La senatrice preferisce non fare commenti sul processo che la vede imputata per diffamazione: “L’udienza ci sarà il 21 giugno, ne parlerò nella sede adeguata. Al momento non voglio alimentare alcuna polemica su quello che considero un fatto personale, le istituzioni non ne hanno bisogno.”

"Siamo qui per incappare le associazioni e gli operatori locali – ha dichiarato Giacomo Giannarelli – il nostro punto di partenza è Massa-Carrara. Seguiranno le altre province toscana. Gli argomenti all’ordine del giorno saranno diversi: a cominciare dall'edilizia scolastica, passando per le infrastrutture e il dissesto idrogeologico. Il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti si è detto disponibile a collaborare con noi su questi temi."

Nella stessa giornata la senatrice Bottici, il consigliere Giannarelli e il senatore pentastellato Gianluca Ferrara hanno avuto un colloquio con Lorenzetti. “Un convegno proficuo – spiegano i tre -. Abbiamo affrontato il tema dell’edilizia scolastica spiegando le ripercussioni dello stanziamento di 27 milioni di euro previsto dal governo nel 2019 per le scuole della Toscana. E abbiamo discusso anche di dissesto idrogeologico ricordando gli 11 miliardi di euro stanziati per tutto il Paese e i 15 milioni di euro erogati dall’Esecutivo per i comuni toscani con meno di 20mila abitanti”.

Nel pomeriggio, nella sede del Comune di Carrara, la delegazione ha incontrato i rappresentanti di diverse realtà associative del territorio. Particolare attenzione agli sviluppi del decreto Dignità e alla rimodulazione fiscale per i titolari di partita iva: “Chi fattura meno di 65mila euro all’anno – spiegano i tre esponenti del Movimento - può già servire di un’aliquota piatta del 15 per cento. Un’iniziativa – sottolineano – che dal 2020 sarà allargata anche a chi fattura tra i 65 e i 100mila euro con una flat tax che in questo caso sarà del 20 per cento”. All’convegno con i vertici delle associazioni erano presenti anche il sindaco Francesco De Pasquale e il vicesindaco di Carrara, Matteo Martinelli.

“Vogliamo rivolgere un ringraziamento particolare – concludono Giannarelli, Bottici e Ferrara – a tutte le istituzioni presenti agli incontri di mattina e pomeriggio: lo stretto coinvolgimento del territorio ci rende ancor più motivati nell’assolvere al meglio il nostro compito. A tutti – concludono – assicureremo sempre il massimo impegno e la massima disponibilità a lavorare per il bene dei cittadini della provincia di Massa-Carrara”.

“Rivolgiamo un ringraziamento particolare – dichiara il Movimento 5 Stelle di Carrara – a Giannarelli, a Bottici e Ferrara, al vice-sindaco Martinelli presente questa mattina in Provincia e al Sindaco e alla Giunta presenti in Sala di Rappresentanza. L'ascolto, da parte di tutti noi, delle realtà locali e delle associazioni di categoria che lavorano nel nostro territorio ci permette di continuare a lavorare per migliorarlo e perseguire gli interessi della collettività. Da parte del nostro gruppo consiliare non possiamo che assicurare la nostra disponibilità e il massimo impegno nell'ascolto e nel farci portavoce delle istanze di coloro che vivono la nostra città.”