M5S News

Vaccini Covid.Degli Angeli (M5S Lomb): immagine perfetta perché Lega ha fallito

Mentre la sanità lombarda è in profonda crisi, e lo è a discapito della salute dei cittadini, sterili polemiche e propaganda di marketing continuano ad essere al centro dei pensieri leghisti”

 Mentre la sanità lombarda è in profonda crisi, e lo è a discapito della salute dei cittadini, sterili polemiche e propaganda di marketing continuano ad essere al centro dei pensieri leghisti”. Sono le parole di Marco Degli Angeli, consigliere M5s di regione Lombardia, con le quali commenta quanto asserito dal consigliere Anelli. “Le sue parole - spiega Degli Angeli - sono l’modello perfetto del perché la Lega abbia fallito così rovinosamente, anziché pensare a quanto di meglio si sarebbe potuto fare in Lombardia, accogliendo ad modello le molteplici istanze dell’opposizione, comprese quelle del M5s”.

 Il consigliere Degli Angeli invoca quindi delle spiegazioni: “Fontana&co. invece di pensare a quello che succede a Roma, spieghino ai lombardi il perché dei ritardi nella campagna vaccinale. Invece che parlare di siringhe, dimostrando per altro tutta la loro scarsa conoscenza dell’argomento, spieghi perché la campagna di vaccinazioni anti-Covid, come quella antinfluenzale, in Lombardia è un fallimento. Spieghi perché delle 153.000 dosi consegnate, siamo la regione che in Italia ne ha avute di più dal governo, solo 33mila sono state inoculate”.

La Giunta lombarda viene chiamata a spiegare molteplici fatti. Soprattutto e anche, perché il rapporto fra dosi ricevute e dosi somministrate si aggi intorno al 22% contro la media nazionale del 47%.

 L'Italia è il paese europeo che sta vaccinando di più, nonostante la Lombardia di Fontana.

Dati alla mano, quelli con cui Degli Angeli si interroga: “Vorrei comprendere come la guida leghista della Regione in due anni  sia riuscita a trasformare la Lombardia da locomotiva a fanalino di coda d’Italia. Alla luce di ciò - conclude - sembra essere chiaro il perché la Lega, anziché assumersi le proprie responsabilità in Lombardia, preferisca cercare di sviare l’attenzione parlando (male) di Roma”.