M5S News

Assisi e la disfida del Natale, manca ancora il programma | M5S attacca, Guarducci prova a rispondere

Dopo qualche anticipazione a ottobre, ancora non c’è un programma definito per gli eventi natalizi

Ad Assisi va in scena la ‘disfida del Natale’ visto che, nonostante le promesse di un anno fa, “a due settimane dell’inizio del periodo natalizio ci troviamo, per l’ennesima volta: senza un programma, senza una promozione e senza una strategia. Il sito web Natale ad Assisi è vuoto, la pagina fb è ferma al 17 ottobre, non si trova un manifesto, una locandina, una pubblicità”. A puntare il dito contro l’assessore Eugenio Guarducci è il Movimento 5 Stelle assisano. Ma l’assessore replica in tempo reale: “Gli eventi di Natale – dice il patron di Eurochocolate – saranno presentati il 30 novembre in Regione: gli altri anni, invece, il problema neanche si poneva”.

Negli ultimi tempi, in realtà, il Comune di Assisi delega ai privati molte delle iniziative da realizzare, mettendo mano solo a pochi eventi e comunicandoli – questo quanto denunciato dall’opposizione – in grande ritardo. Succede così che, mentre già si presenta il “Festival del Giallo” previsto a marzo 2018 e addirittura il “Festival di Birba chi legge” per maggio 2018, il programma di Cantico Assisi Choral Fest è stato presentato a Perugia una settimana prima della partenza della manifestazione, mentre dopo la presentazione in pompa magna di un paio di eventi natalizi a metà ottobre 2017 (il video mapping in piazza, una mostra sui presepi, e la casa di Babbo Natale al Metastasio), sul Natale ad Assisi, un mese di eventi dall’8 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, è calato il silenzio.

“A quindici giorni dalla festa dell’Immacolata – scrive il consigliere M5S Fabrizio Leggio – solo Assisi non ha un programma per il Natale. Avevano promesso un Natale da sogno per il 2018, un’organizzazione irreprensibile, eventi, attività, illuminazioni e un’atmosfera magica”. Non solo: sempre l’esponente penta stellato spiega che le attrazioni natalizie assisane già presentate rischiano di saltare e sono “in alto, anzi altissimo mare: stiamo ancora cercando chi provvederà alla Casa di Babbo Natale al teatro Metastasio, per la realizzazione della quale si sono presentati a 15 giorni dall’apertura con due spicci prima al Calendimaggio e poi ai Rioni de j’Angeli, e stanno ancora reclutando soggetti che organizzino i mercavini (il mercatino del vino al Monte Frumentario, ndr), riteniamo inaccettabile, vergognosa, la superficialità con cui l’assessore Guarducci organizza gli eventi nel nostro territorio e siamo terrorizzati al pensiero che avrà nelle sue mani la gestione delle risorse dell’imposta di soggiorno nel prossimo anno”.

Il tutto mentre Perugia, i Comuni del Trasimeno, Gubbio, Massa Martana e Spoleto da settimane martellano sui social tra mercatini, ruote panoramiche e iniziative; dal capoluogo è arrivato persino il nome di Renzo Arbore per il concerto di Capodanno, mentre ancora non si sa quale sarà il Natale ad Assisi, e la Regione Umbria ha ovviamente inserito la città nella promozione del territorio, con il risultato che gli albergatori assisani e i tour operator “hanno venduto pacchetti a scatola chiusa, sulla fiducia e grazie alla bellezza della nostra città. Ancora una volta – la denuncia del M5S Assisi – dobbiamo dire grazie a San Francesco, solo grazie a lui verranno i turisti ad Assisi per questo Natale. Al Sindaco invece diciamo: anno nuovo, Assessore nuovo?”.

“Quando sono arrivato ad Assisi neanche esisteva il problema di quando sarebbe stato presentato il programma di Natale, visto che non esisteva: da due anni, invece, c’è: è stato anticipato già a grandi linee – ribatte l’assessore Guarducci – e dalle 40 pagine del 2016 è passato alle 60 di quest’anno, con un arricchimento dell’offerta e un forte investimento per la città”.

Sessanta pagine di cosa lo scopriremo, forse, solo durante le Feste.