M5S News

Beppe Grillo consegna il plastico a Vespa

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
M5Sparlamento
Seguici su http://m5snews.com Scarica l'app ufficiale http://m5s.info/parlamento5s
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Il plastico di Grillo da Bruno Vespa: Tutti in carcere: Politici, faccendieri e giornalisti asserviti al potere
Il plastico di Grillo da Bruno Vespa
Tutti in carcere: Politici, faccendieri e giornalisti asserviti al potere
Nel carcere del plastico, Matteo Renzi è già dietro le sbarre che guarda fuori dalla finestra. E' ovvio che se vincesse il M5S, uno ad uno gli impostori della politica salteranno, verranno a galla coloro che hanno rubato, chi si è messo a far politica per tornaconto personale e chi ha commesso danni all'erario e allo stato!
Qualcuno sta pensando ad uno scherzo, ad una battuta, ma vi posso garantire che in Italia molti sono i nostri connazionali che presi dalla disperazione si suicidando, chi perde casa, chi non arriva alla fine del mese e chi tra i giovani si ritrova in miseria e senza un lavoro, impossibilitato a farsi una famiglia e ad avere un futuro normali, il pronostico di Beppe Grillo realmente molto realistico, anche contando il fatto che molti di costoro, gente onesta, a breve saranno loro stessi a svolgere incarichi dentro le istituzioni come cittadini eletti: Non pochi sono coloro che hanno rubato, che hanno permesso che l'Italia fosse spolpata delle sue ricchezze, e vi posso garantire che le previsioni del plastico di Beppe Grillo, sono una promessa da parte di tutta quella Italia onesta che ha detto basta! Grillo, su questo genere di previsioni non si è mai sbagliato, mai, anche quando le ipotesi potevano sembrare paradossali ed assurde! Anche questa volta ci ha azzeccato perché oramai grazie alla informazione libera della Rete la gente ha aperto gli occhi, adesso si sa chi sono i buoni e chi i cattivi e il desiderio di cacciare in gattabuia chi ha avuto le mani in pasta nella mala-politica è grande! Tutti in carcere, e non è assolutamente uno scherzo! Chi merita la galera è li che deve andare! Ora stiamo assistendo al cambio di guardia e non appena i cittadini eletti entreranno nelle istituzioni, i farabutti solcheranno la soglia del carcere!

Chi ha dubbi su questo? Non stiamo affatto scherzando! Staneremo tutti uno ad uno come ratti di fogna, e a riprova della concretezza delle intenzioni ci stanno i fatti, già adesso l'avvento del M5S sta dando i suoi frutti, si è sbloccata la situazione di stallo:
Nuova Tangentopoli, Expo, 7 arresti. Pisapia guarda avanti...
CAOS PD/ Arresto Genovese e Greganti...
Dell’Utri verso un carcere d’alta sicurezza possibile prima tappa Opera o Rebibbia...
Migliaia di fascicoli su politici e favori L’archivio di Scajola sotto sequestro...
Cosentino dal carcere lancia grida di dolore: "Sto impazzendo"...

Impostori della politica è giunta ora che incominciate a tremare!
Claudio Pepoli
male
claudio.cla@virgilio.it
Kaludio

non dimentichiamoci di quei cittadini che sono stati denunciati per vilipendio al presidente della repubblica e che dovranno rispondere davanti al giudice di un reato che si rifà al codice Rocco del 1933 retaggio del regime fascista. Non lasciamoli soli. In Italia sono 26 i cittadini accertati accusati di questo reato, due dei quali sono il senatur Umberto Bossi e il parlamentare pentastellato Giorgio Sorial. La costituzione della repubblica si fondava sull'assoluta rinnegazione del disciolto partito fascista e con se è insito che tutto ciò che apparteneva a quell'epoca dev'essere rinnegato. è assolutamente singolare che esista un articolo di codice penale sulla lesa maestà. L'Italia è una nazione che partecipando alle missioni di pace all'estero vorrebbe portare il modello democratico fuori dai suoi confini, ma prima di questo dev'essere essa stessa una vera democrazia abolendo o depenalizzando questo tipo di reato. Abbiamo esultato tutti quando in Iraq è stata abbattuta la statua del dittatore Saddam Hussein. Adesso è tempo che abbattiamo noi quei muri che separano i cittadini dallo Stato per ricostruirlo nuovamente a misura di cittadino e non di politico.