M5S News

i dirigenti scolastici applicano la riforma

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
IN SOCCORSO DELLA BUONASCUOLA RENZIANA E' IN ARRIVO, DAL 2016/2017 IN POI, IL DOCENTE PLURILAUREATO E PLURIABILITATO!
Il mio carissimo amico mi riferisce di questa novità secondo cui dall'anno prossimo e prossimo scolastico, sarà costituito presso il MIUR un Albo dei super docenti che non avranno un posto fisso( avranno comunque, si spera, la titolarità di una Cattedra presso una Scuola) di servizio ma saranno chiamati dai dirigenti scolastici per fare le supplenze brevi. Il super docente che dovrà avere , almeno due lauree e almeno due abilitazioni in discipline diverse, sarà a disposizione delle Scuole come un dottore del pronto soccorso; e, in pratica questi docenti saranno sempre degli eterni supplenti...Se questa notizia fosse vera, forse, il mio carissimo amico teme che farà parte del nuovo staff dei superdocenti senza cattedra e quindi avrà l'onore e l'onere di conoscere altri illustrissimi Presidi con cui litigare per strappagli un contratto di lavoro( come se lo stipendio lo pagassero dalle loro tasche questi dirigentoni scolastici). Io ho chiesto al mio carissimo amico di dirmi da quale fonte egli abbia appreso questa notizia ma egli non ha saputo dirmi la fonte; egli mi ha detto che la notizia l'ha desunta dal fatto che , nonostante che abbia firmato il provvedimento integrativo al contratto di supplenza( dopo avere minacciato di denuncia penale l'illustrissimo signor Preside) in scadenza al 30/06/2016 e preliminare alla presa di servizio per il 1° luglio 2016 ai sensi della Legge 107/2015,egli risulta ancora con lo status giuridico di supplente senza una Scuola di servizio. Io , da buono amico , ho consigliato al mio carissimo amico di non disperarsi e di aspettare il 11 luglio prossimo per vedere dalla Noipa se lo stipendio gli sarà gli stato predisposto da riscuotere il 23 luglio 2016( Oppure potrà trattarsi di un altro episodio di dirottamento/furto del suo stipendio come era già successo nel mese di Gennaio e Febbraio 2016).
"Monsieur Sayumwe Barampama(abazungu)... qu’avez-vous fait en Europe de vos vingt ans?" "Io insegno il Diritto ed economia ai figli discendenti degli antichi Romani che hanno insegnato la civiltà e il Diritto al mondo intero».
Il mio carissimo amico, mi ha appena chiesto di fare conoscere ai miei connazionali italiani questa sua battuta che ama ripetere ai suoi compaesani, quando ogni tanto egli si reca in Africa a trovare i suoi parenti rimasti superstiti dai genocidi tra i Bahutu e i Batutsi nei Paesi dei grandi laghi in Africa(si parla spesso nei mass media del genocidio rwandese come il più importante dell'Africa contemporanea e ci si dimentica volentieri di parlare di quello burundese che è il più importante di quello rwandese, secondo il mio amico: il genocidio rwandese, a danno della minoranza dei Batutsi, è cominciato nel 1959 ed è finito con l'arrivo al potere dei Batutsi dell'attuale Presidente Kagame Paul. Il genocidio in Burundi, a danno della maggioranza della popolazione dei Bahutu, è iniziato nel 1965 ed è arrivato al suo culmine con il regime di Micombero Michel del clan dei Batutsi-Bahima,nel 1972 ed è finito con l'arrivo al potere dei Bahutu dell'attuale Presidente del Burundi Nkurunziza Petero(Pierre); lui stesso orfano di quei genocidi del 1972...Per approfondimenti linkatevi con fiducia al seguente:www.adamoli.org/libri/repubblica-mam-z/PAGE0505.HT...

Sayumwe, Jacques Conflitto sociale e istituzioni in un paese in via di sviluppo - la repubblica del Burundi / Jacques Sayumwe ; rel. V. Pocar
)
I compaesani del mio carissimo amico, egli mi ha raccontato, gli chiedono spesso che lavoro faccia in Italia; egli risponde , modestamente dicendoche in Italia, egli insegna il Diritto ed economia ai discendenti dei potentissimi antichi Romani in una città del Nord Italia locomotiva dell'economia italiana, Milano...
Io ho suggerito al mio amico , in modo scherzoso, di non montarsi troppo la testa, perché una frase simile "io insegno...", l'ha usato per primo, il famoso scrittore africano della " Négritude", Léopold Sédar Senghor(lo scrittore africano diventato anche Presidente del Senegal che esaltava la bellezza delle donne africane ma non ne ha sposata neanche una; egli ha preferito invece sposare una bianca francese; e come si sa, i diversi quando si attraggono si attraggono fortemente...)che quando gli Africani gli chiedevano che lavoro facesse in Francia, rispondeva dicendo che in Francia, egli insegnava il francese ai Francesi...
A proposito di Francesi e il "Métissage" di cui pare che abbia scritto lo stesso Senghor, si narra che negli anni Ottanta, il famoso giocatore di tennis Yannick Noah francese di origini camerunesi e francesi, quando vinceva a tennis i giornalisti francesi esultava dicendo che il francese Yannik aveva giocato bene; e mentre , se perdeva , gli stessi giornalisti francesi dicevano che il camerunese Yannik non aveva giocato bene a tennis...
In pratica, quando il giocatore francocamerunese giocava bene e vinceva era un francese; e se giocava male e perdeva era semplicemente un camerunese!!!
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

IL DIRIGENTE SCOLASTICO CORROTTO HA CONTINUATO A GUSTARE IL FRUTTO PROIBITO(si narra che sia stata una delle due segretarie scolastiche che gliel'ha offerto dicendogli:" lo facciamo adesso, non ci vede nessuno e non lo saprà mai nessuno) FINO IN FONDO; EGLI SI E' MANGIATO ANCHE LA BUCCIA!!!
il mio carissimo amico mi ha appena telefonato preoccupatissimo perché pare che l'illustrissimo Preside della sua Scuola sia andato fino in fondo al compimento del progetto iniziale di non assumere alla sua corte dei docenti che non sono suoi amici o amici dei suoi amici. Eppure, lo sconosciuto docente aveva pagato involontariamente una tangente in quanto si è visto dirottare/rubare lo stipendio del mese di Gennaio e Febbraio 2016 .L'ultimo barone della serie, la Sua Maestà il Signor Preside, pare che non abbia trasmesso al MIUR il contratto di ruolo del mio amico al 1° luglio 2016 che dovrà riscuotere lo stipendio il 23 luglio 2016. Quindi, l'illustrissimo Signor Preside, ora, può riprendere il suo sorriso iniziale sotto i baffi dicendo al mio carissimo amico: " hai visto, caro professore, te l'ho messo in quel posto pur avendo firmato i documenti!"
Comunque, io da buon amico, ho consigliato al mio carissimo amico di non allarmarsi troppo( gli ho suggerito che le assunzioni a tempo indeterminato le dispongono il MIUR e non i piccoli Presidi che loro possono solo ostacolare il procedimento di assunzione...)e di aspettare "wait and see" l'inizio dell'anno scolastico 2016/2017.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

I MAGNIFICI DIRIGENTI SCOLASTICI, COME DA DISPOSIZIONI DELL’ART.15 del DPR 275/1999, NON HANNO IL POTERE DI ASSUNZIONI(sì, essi possono solo assumere qualche dose di qualche sostanza al mattino e alla sera...).
E' con queste parole che mi sono rivolto al mio carissimo amico preoccupatissimo che l'illustrissimo preside della sua Scuola l'avesse già licenziato prima di assumerlo non avendo ricevuto l'accredito dello stipendio del mese di Luglio 2016. Io gli ho spiegato che il Preside non avendo le competenze di reclutamento del personale docente, non può licenziarli. Il preside, semmai, può essere un coglione corrotto dipendente dello Stato come tutti gli altri dipendenti della Scuola. Il potere dei Presidi sugli insegnanti precari potrebbe sparire del tutto se le supplenze brevi o lunghe venissero affidate a degli insegnanti assunti nell'Organico di potenziamento. Gli insegnanti potenziatori potrebbero anche essere fatti girare in tutte le scuole per sostituire gli insegnanti che mancano... Quanto al mancato accreditamento dello suo stipendio di Luglio, gli ho detto che a fine Settembre, il giorno 23 del mese, gli saranno versati gli arretrati e anche il bonus di 500 euri, la carta del docente o dello studente che sono più o meno la stessa cosa...
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

IL GIOVANE DIRIGENTE SCOLASTICO, non avendo la competenza di assumere e licenziare i docenti, a piacere, ha fatto comunque un ultimo tentativo di allontanare il docente non di suo gradimento ,e cioè, che non era un suo raccomandato secondo la mala consuetudine consolidata nella prassi dei presidi milanesi. Mi ha riferito il mio carissimo amico, che il signorissimo Preside che è solo di due anni più vecchio del docente mio amico , convinto che i negri firmano tutte le carte senza pensare e senza capire ciò che firmano, gli ha mandato, via mail, un documento dell'INPS da restituire firmato dal dipendente. Nel documento si comunicava all'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale la avvenuta cessazione del rapporto di lavoro a termine per raggiunti limiti di età. E, in più, la liquidazione del TFR del dipendente , è stata versata su un Conto corrente, diverso da quello indicato dal docente medesimo; il conto è in fase di chiusura da più di due mesi, e il docente non ne ha più i codici di accesso. Evidentemente, quel furto aggravato dello stipendio di Gennaio e Febbraio 2016,da parte del Preside e la sua segretaria, non è bastato; il preside e la sua segretaria hanno voluto fare un bis più consistente!!! Dalle ultimissime informazioni, però, pare che il Direttorissimo dei Servizi Generali Amministrativi(quell'Ufficio della Scuola che può annullare gli Atti illegittimi del Preside)sia intervenuta ancora una volta per ristabilire il rispetto della Legge. Ma, perché questi Presidi milanesi, se non meritano almeno un premio di produttività scolastica corruttiva con un soggiorno in un 5 stelle a San Vittore, visto che non fanno niente di particolare che l'applicazione della mala consuetudine consolidata, non vengono mandati in pensione anticipata per il buon funzionamento della riformata "BuonaScuola" cara a Renzi e Giannini e noi tutti?
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
l'account "...@libero.it" del quasi illustre amico dell'altrettanto quasi illustre Mwalimu Yakobo, non è stato disattivato dal poliziotto corrotto, come erroneamente riportato in precedenza(semmai il poliziotto se ne impossessato, in accordo con l'Editore per controllare il flusso della corrispondenza a cui lo straniero era negato l'accesso)ma, l'account/indirizzo e-mail dello straniero - come mi suggerisce il mio carissimo amico - è rimasto attivo e funzionante per più di un anno senza che il legittimo titolare la potesse utilizzare. Egli ha potuto aprire la sua casella e leggere i messaggi ricevuti tra cui il più importante quello proveniente dal Ministero italiano dell'Interno, solo dopo avere perso una giornata di lavoro/ferie a fare la fila negli uffici dell'anagrafe di Milano pagando un pizzo di 16 euri in marca da bollo. C'è stato, forse, un caso di furto di identità da parte del poliziotto del quartiere che aveva, qualche anno prima, truffato il mio carissimo amico vendendogli un PERMESSO DI SOGGIORNO NON VALIDO? Quindi, il temuto tentato omicidio(almeno per tre volte) che il mio amico ha subito e che ha denunciato alla Questura di Milano( è in quell'occasione che ha scoperto di essere in possesso di un permesso di soggiorno non valido ai fini di riavere la sua residenza a Milano)potrebbe avere avuto un movente solido. L'ignoto autore del tentato omicidio ai danni dello straniero potrebbe avere siglato un accordo con la Banca( Ing Direct e successivamente BNL)dove lo straniero aveva un conto che ha fatto chiudere(chiusura forzata perché la banca, da più di un anno si era rifiutata di accogliere la richiesta di chiusura del conto da parte del correntista e continuava ad addebitagli degli interessi passivi sulla carta di credito ) per appropriarsi dei beni dello straniero che doveva scomparire nel nulla? E poi, è entrato nella danza anche il datore di lavoro dello straniero, la Scuola statale, che per due mesi gli ha rubato lo stipendio versandolo alla Banca Ing Direct che lo stava strangolando da più di un anno.
La situazione di persecuzione personale per vari motivi ( in questo caso del mio amico, il motivo è senza dubbio quello razziale: è un Negro, come diciamo noi bianchi tra di noi; i negri li chiamiamo persone di colore perché abbiamo pudore di chiamarli "Neri"; li chiamiamo di colore come se le altre persone, in natura, fossero trasparenti come l'acqua pura e non avessero un colore naturale per descriverle; come siamo degli ipocriti e poco sinceri noi Bianchi! Eppure, secondo le statistiche, i matrimoni misti tra bianchi e neri hanno più chance di riuscire a durare più a lungo di quelli tra noi bianchi e gli arabi anche se gli arabi apparentemente ci somigliano perchè sono bianchi come noi italiani. )nella quale uno straniero può chiedere e ottenere l'Asilo politico in Italia, non è solo la presenza di guerre civili nel suo Paese di origine...anche lo straniero che teme di essere perseguitato nel suo Paese per il suo diverso orientamento/disorientamento sessuale(in Uganda e non solo, per esempio, c'è la pena di morte per gli omosessuali praticanti) rientra nei casi di persecuzione personale in cui si ha diritto alla protezione internazionale con il riconoscimento dello Status di rifugiato politico( e poi, vivo o morto, che cosa ne fai del pezzo di carta con i timbri dell'O.N.U se non ti danno la residenza effettiva perché il poliziotto del quartiere - non diciamo di quale quartiere di Milano Corvetto perché il poliziotto ha diritto di essere indagato, imputato e condannato nel rispetto della riservatezza - in accordo con il funzionario del signor Sindaco ti registrano all'anagrafe come SOGGETTO STRANIERO SENZA FISSA DIMORA?)
l'account "...@libero.it" del quasi illustre amico dell'altrettanto quasi illustre Mwalimu Yakobo, non è stato disattivato dal poliziotto corrotto, come erroneamente riportato in precedenza(semmai il poliziotto se ne impossessato, in accordo con l'Editore per controllare il flusso della corrispondenza a cui lo straniero era negato l'accesso)ma, l'account/indirizzo e-mail dello straniero - come mi suggerisce il mio carissimo amico - è rimasto attivo e funzionante per più di un anno senza che il legittimo titolare la potesse utilizzare. Egli ha potuto aprire la sua casella e leggere i messaggi ricevuti tra cui il più importante quello proveniente dal Ministero italiano dell'Interno, solo dopo avere perso una giornata di lavoro/ferie a fare la fila negli uffici dell'anagrafe di Milano pagando un pizzo di 16 euri in marca da bollo. C'è stato, forse, un caso di furto di identità da parte del poliziotto del quartiere che aveva, qualche anno prima, truffato il mio carissimo amico vendendogli un PERMESSO DI SOGGIORNO NON VALIDO? Quindi, il temuto tentato omicidio(almeno per tre volte) che il mio amico ha subito e che ha denunciato alla Questura di Milano( è in quell'occasione che ha scoperto di essere in possesso di un permesso di soggiorno non valido ai fini di riavere la sua residenza a Milano)potrebbe avere avuto un movente solido. L'ignoto autore del tentato omicidio ai danni dello straniero potrebbe avere siglato un accordo con la Banca( Ing Direct e successivamente BNL)dove lo straniero aveva un conto che ha fatto chiudere(chiusura forzata perché la banca, da più di un anno si era rifiutata di accogliere la richiesta di chiusura del conto da parte del correntista e continuava ad addebitagli degli interessi passivi sulla carta di credito ) per appropriarsi dei beni dello straniero che doveva scomparire nel nulla? E poi, è entrato nella danza anche il datore di lavoro dello straniero, la Scuola statale, che per due mesi gli ha rubato lo stipendio versandolo alla Banca Ing Direct che lo stava strangolando da più di un anno.

La situazione di persecuzione personale per vari motivi ( in questo caso del mio amico, il motivo è senza dubbio quello razziale: è un Negro!come diciamo noi bianchi tra di noi; i negri li chiamiamo persone di colore perché abbiamo pudore di chiamarli "Neri"; li chiamiamo di colore come se le altre persone, in natura, fossero trasparenti come l'acqua pura e non avessero un colore naturale per descriverle; come siamo degli ipocriti e poco sinceri noi Bianchi! Eppure, secondo le statistiche, i matrimoni misti tra bianchi e neri hanno più chance di riuscire a durare più a lungo di quelli tra noi bianchi e gli arabi anche se gli arabi apparentemente ci somigliano perchè sono bianchi come noi italiani. )nella quale uno straniero può chiedere e ottenere l'Asilo politico in Italia, non è solo la presenza di guerre civili nel suo Paese di origine; anche lo straniero che teme di essere perseguitato nel suo Paese per il suo diverso orientamento/disorientamento sessuale(in Uganda e non solo, per esempio, c'è la pena di morte per gli omosessuali praticanti) rientra nei casi di persecuzione personale in cui si ha diritto alla protezione internazionale con il riconoscimento dello Status di rifugiato politico. E poi, se sei vivo o morto, che cosa ne fai del pezzo di carta con tanto di timbri dell'O.N.U se non ti danno la residenza effettiva perché il poliziotto del quartiere - non diciamo di quale quartiere di Milano Corvetto perché anche il poliziotto ha diritto di essere indagato, imputato, condannato e premiato con un soggiorno a San Vittore e con la spogliazione della divisa della polizia di Stato nel rispetto della riservatezza - in accordo con il funzionario del signor Sindaco ti registrano all'anagrafe come UN SOGGETTO STRANIERO BALORDO E SENZA FISSA DIMORA?
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
l'account "...@libero.it" del quasi illustre amico dell'altrettanto quasi illustre Mwalimu Yakobo, non è stato disattivato dal poliziotto corrotto, come erroneamente riportato in precedenza(semmai il poliziotto se ne impossessato, in accordo con l'Editore per controllare il flusso della corrispondenza a cui lo straniero era negato l'accesso)ma, l'account/indirizzo e-mail dello straniero - come mi suggerisce il mio carissimo amico - è rimasto attivo e funzionante per più di un anno senza che il legittimo titolare la potesse utilizzare. Egli ha potuto aprire la sua casella e leggere i messaggi ricevuti tra cui il più importante quello proveniente dal Ministero italiano dell'Interno, solo dopo avere perso una giornata di lavoro/ferie a fare la fila negli uffici dell'anagrafe di Milano pagando un pizzo di 16 euri in marca da bollo. C'è stato, forse, un caso di furto di identità da parte del poliziotto del quartiere che aveva, qualche anno prima, truffato il mio carissimo amico vendendogli un PERMESSO DI SOGGIORNO NON VALIDO? Quindi, il temuto tentato omicidio(almeno per tre volte) che il mio amico ha subito e che ha denunciato alla Questura di Milano( è in quell'occasione che ha scoperto di essere in possesso di un permesso di soggiorno non valido ai fini di riavere la sua residenza a Milano)potrebbe avere avuto un movente solido. L'ignoto autore del tentato omicidio ai danni dello straniero potrebbe avere siglato un accordo con la Banca( Ing Direct e successivamente BNL)dove lo straniero aveva un conto che ha fatto chiudere(chiusura forzata perché la banca, da più di un anno si era rifiutata di accogliere la richiesta di chiusura del conto da parte del correntista e continuava ad addebitagli degli interessi passivi sulla carta di credito ) per appropriarsi dei beni dello straniero che doveva scomparire nel nulla? E poi, è entrato nella danza anche il datore di lavoro dello straniero, la Scuola statale, che per due mesi gli ha rubato lo stipendio versandolo alla Banca Ing Direct che lo stava strangolando da più di un anno con i debiti che il correntista non aveva mai contratto né direttamente né indirettamente con la richiesta di un fido. E poi nella danza diabolica, è entrato il suo datore di lavoro, il Preside, che magnanimamente elargiva alla Banca lo stipendio del lavoratore africano che poteva anche crepare di fame - un po' ne ha sofferto visto che non ha preso lo stipendio di due mesi - pur lavorando regolarmente.

La situazione di persecuzione personale per vari motivi ( in questo caso del mio amico, il motivo è senza dubbio quello razziale: è un Negro!come diciamo noi bianchi tra di noi; i negri li chiamiamo persone di colore perché abbiamo pudore di chiamarli "Neri"; li chiamiamo di colore come se le altre persone, in natura, fossero trasparenti come l'acqua pura e non avessero un colore naturale per descriverle; come siamo degli ipocriti e poco sinceri noi Bianchi! Eppure, secondo le statistiche, i matrimoni misti tra bianchi e neri hanno più chance di riuscire a durare più a lungo di quelli tra noi bianchi e gli arabi anche se gli arabi apparentemente ci somigliano perchè sono bianchi come noi italiani. )nella quale uno straniero può chiedere e ottenere l'Asilo politico in Italia, non è solo la presenza di guerre civili nel suo Paese di origine; anche lo straniero che teme di essere perseguitato nel suo Paese per il suo diverso orientamento/disorientamento sessuale(in Uganda e non solo, per esempio, c'è la pena di morte per gli omosessuali praticanti) rientra nei casi di persecuzione personale in cui si ha diritto alla protezione internazionale con il riconoscimento dello Status di rifugiato politico. E poi, se sei vivo o morto, che cosa ne fai del pezzo di carta con tanto di timbri dell'O.N.U se non ti danno la residenza effettiva perché il poliziotto del quartiere - non diciamo di quale quartiere di Milano Corvetto perché anche il poliziotto ha diritto di essere indagato, imputato, condannato e premiato con un soggiorno a San Vittore e con la spogliazione della divisa della polizia di Stato nel rispetto della riservatezza - in accordo con il funzionario del signor Sindaco ti registrano all'anagrafe come UN SOGGETTO STRANIERO BALORDO E SENZA FISSA DIMORA?
SESSO,SOLDI,PASSIONE E PAZZIA sono gli ingredienti di un cocktail micidiale che nel momento di alta tensione, nel 2015, doveva fare saltare in aria il mio carissimo amico che non si è ancora ripreso dal trauma e dello spavento che si è preso. Dunque, i criminali italiani e non(ma soprattutto italiani) che perseguitano il mio carissimo amico, da come me l'ha raccontato, avrebbero fatto ricorso, perfino, ad una donna con qualche problema psichico - nella forma di schizofrenia paranoide che è la peggiore che esista, sul mercato, in termini di pericolosità - pagandola di tanti soldi. Ho detto al mio carissimo amico di ringraziare Iddio e la Madonna - non so se egli crede nel nostro Dio bianco e occidentale - che era salvo per miracolo e che comunque che non c'era niente da meravigliarsi perché anche i grandi criminali, per esempio, i terroristi di ogni matrice ricorrono spesso al "savoir faire" dei malati mentali, ma lucidi, per compiere degli attentati di grande rilievo e fare un gran numero di vittime innocenti. E, nel suo caso, se ci fosse stata una statistica in cui si parlasse della sua comparsa , le indagini sull'accertamento della verità, sul suo caso sarebbero state le più veloci possibili e sarebbero state affidate al famoso poliziotto del quartiere, per competenza territoriale, proprio quel Dirigente poliziotto che qualche anno prima aveva compiuto un atto di prevenzione per la futura commissione di reati contro l'extracomunitario NON AVENDOGLI RINNOVATO IL PERMESSO DI SOGGIORNO pur essendo titolare di uno Status di rifugiato politico. Il suo caso, quindi, si sarebbe potuto chiudere in poco tempo con una dichiarazione del poliziotto Dirigente che poteva essere, più o meno, di questo tenore:" qui nel Commissariato, che ho io l'onore di dirigere, non è giunta alcuna comunicazione di denunzia(anche se ci fosse una denunzia in questo senso, noi, come istituzione, dobbiamo mantenere riserbo anche perché io, personalmente, ho preso degli impegni, che devo mantenere, con un cittadino italiano proprietario dell'immobile - il quale cittadino pregiudicato mi ha permesso di arrotondare lo stipendio e di continuare a pagare regolarmente il mio mutuo - che lo straniero ha occupato, a titolo di comodato gratuito ma oneroso, dal mese di Gennaio 1992 al mese di Maggio 1999 come risulta dagli atti del mio ufficio )in merito alla scomparsa dello STRANIERO SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO VALIDO dal 2007, come da me certificato agli atti; comunque la scomparsa di questo straniero incensurato potrebbe essere stato un incidente in montagna, a Trento, che era stato previsto e programmato da tempo! E' vero che lo straniero scomparso risulta essere titolare di uno status di rifugiato politico concessogli da Roma; ma, qui sul campo, competente sono io; nel mio Commissariato comando io, e a me, non me ne frega niente delle disposizioni del Ministero di Roma! Non ho altro da aggiungere.."
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
SESSO,SOLDI,PASSIONE E PAZZIA sono gli ingredienti di un cocktail micidiale che nel momento di alta tensione, nel 2015, doveva fare saltare in aria il mio carissimo amico che non si è ancora ripreso dal trauma e dello spavento che si è preso. Dunque, i criminali italiani e non(ma soprattutto italiani) che perseguitano il mio carissimo amico, da come me l'ha raccontato, avrebbero fatto ricorso, perfino, ad una donna con qualche problema psichico - nella forma di schizofrenia paranoide che è la peggiore che esista, sul mercato, in termini di pericolosità - pagandola di tanti soldi. Ho detto al mio carissimo amico di ringraziare Iddio e la Madonna - non so se egli crede nel nostro Dio bianco e occidentale - che era salvo per miracolo e che comunque che non c'era niente da meravigliarsi perché anche i grandi criminali, per esempio, i terroristi di ogni matrice ricorrono spesso al "savoir faire" dei malati mentali, ma lucidi, per compiere degli attentati di grande rilievo e fare un gran numero di vittime innocenti. E, nel suo caso, se ci fosse stata una statistica in cui si parlasse della sua comparsa , le indagini sull'accertamento della verità, sul suo caso sarebbero state le più veloci possibili e sarebbero state affidate al famoso poliziotto del quartiere, per competenza territoriale, proprio quel Dirigente poliziotto che qualche anno prima aveva compiuto un atto di prevenzione per la futura commissione di reati contro l'extracomunitario NON AVENDOGLI RINNOVATO IL PERMESSO DI SOGGIORNO pur essendo titolare di uno Status di rifugiato politico. Il suo caso, quindi, si sarebbe potuto chiudere in poco tempo con una dichiarazione del poliziotto Dirigente che poteva essere, più o meno, di questo tenore:" qui nel Commissariato, che ho io l'onore di dirigere, non è giunta alcuna comunicazione di denunzia(anche se ci fosse una denunzia in questo senso, noi, come istituzione, dobbiamo mantenere riserbo anche perché io, personalmente, ho preso degli impegni, che devo mantenere, con un cittadino italiano proprietario dell'immobile - il quale cittadino pregiudicato mi ha permesso di arrotondare lo stipendio e di continuare a pagare regolarmente il mio mutuo - che lo straniero ha occupato, a titolo di comodato gratuito ma oneroso, dal mese di Gennaio 1992 al mese di Maggio 1999 come risulta dagli atti del mio ufficio )in merito alla scomparsa dello STRANIERO SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO VALIDO dal 2007, come da me certificato agli atti; comunque la scomparsa di questo straniero incensurato potrebbe essere stato un incidente in montagna, a Trento, che era stato previsto e programmato da tempo! E' vero che lo straniero scomparso risulta essere titolare di uno status di rifugiato politico concessogli da Roma; ma, qui sul campo, competente sono io; nel mio Commissariato comando io, e a me, non me ne frega niente delle disposizioni del Ministero di Roma! E poi, il mio confessore, un prete missionario d'Africa anche egli pregiudicato...e che conosce molto bene lo straniero da quando era in Africa un selvaggio pagano- ne è rimasto tale perché il prete non è riuscito a convertilo e a domarlo -, mi ha rassicurato che dello straniero scomparso nessuno se ne accorgerà. Non ho altro da aggiungere". Presunta dichiarazione spontanea resa da un territorialmente competente(Dirigente molto competente) Dirigente di un Commissariato di Milano Sud in data 28 maggio 2015 a Trento.
UNA DEI PRESIDI MILANESI(almeno 7 nell'arco di pochi mesi nell' a.s.2015/2016)che non hanno accolto presso la loro corte il mio carissimo amico professore ex Precario, potrebbe avere vinto l'agognato premio di produttività scolastica corruttiva con un soggiorno in un Cinque stelle a San Vittore...Il professore ex Precario mio carissimo amico, mi ha appena raccontato di essersi linkato sul sito dell'Ufficio Scolastico Milanese, (il famoso e potentissimo ex Provveditorato agli Studi di Milano di Via Ripamonti/Soderini,24)per pura curiosità e per verificare i movimenti, i trasferimenti e le conferme dei Dirigenti scolastici milanesi pubblicati sul sito dell'Istituzione. Egli, il professore più volte rifiutato dai Presidi milanesi(senz'altro un atto discriminatorio per motivi razziali: è un Negro!)voleva cercare di capire o di intuire se le sue denunce pubbliche in questa rubrica avessero sortito qualche effetto. Forse qualche cosa si è mosso. Nello sbirciare l'elenco dei Presidi milanesi trasferiti o confermati quest'anno, egli non ha trovato il nominativo della preside, quella che a metà Gennaio 2016, lo aveva licenziato con una PEC solo perché il professore aveva osato protestare in merito al suo contratto di supplenza. Egli era stato l'unico convocato per una supplenza su una cattedra intera di 18 ore settimanali; ma, si vide costretto a spartire la cattedra a metà con un altro docente, forse, neanche laureato(molti docenti in quell'Istituto milanese, G.Cardano, sono docenti Diplomati ma non laureati)- lui che possiede 2 lauree Magistrali e un Diploma di Specializzazione universitaria biennale che è equiparata ad una Abilitazione (art.1, comma 79 della legge 107/2015)all'insegnamento in mancanza di docenti abilitati in quella specifica disciplina(Clc A019) - che non era stato convocato insieme al professore ex Precario. Nella lettera di convocazione dei docenti da assumere, le Scuole devono indicare i nominativi e le rispettive posizioni in graduatoria dei docenti interessati al posto di lavoro messo a concorso. La Dottoressa, illustrissima Signora Preside, il cui nominativo pare sia scomparsa dai radar del Provveditoratorissimo di Milano, si chiama di cognome C., l'iniziale del nome è S. ed è nata nel 1956. L'anno scorso, la preside era anche essa di fresca nomina proveniente dalla Terronia , ovviamente(ho suggerito al mio carissimo amico che la Preside, essendo di fresca nomina, forse non è coinvolta nei trasferimenti dei Dirigenti, a meno che non abbia meritato un trasferimento d'ufficio a San Vittore) così la preside, dall'accento meridionale, aveva detto al mio amico in un primo ed ultimo colloquio nel suo ufficio il primo giorno di lavoro. Mentre nella conversazione telefonica precedente con la preside ,essa aveva iniziato il discorso con queste testuali parole rivolte al professore: "io non l'autorizzo a parlare con me con questo tono...!"IL professore ex Precario, mi ha detto di essersi chiesto da quale paese provenisse questa razza di Preside che pretende di autorizzare i professori sconosciuti a parlare.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Il professor Precario (ex), mio carissimo amico, si lamenta di non potere votare per il NO al referendum di Ottobre 2016 perché nutre dei forti dubbi che quel Dirigente poliziotto di un Commissariato di Milano che, qualche anno fa gli aveva venduto un permesso di soggiorno NON VALIDO, dimenticandosi pure di rilasciare la ricevuta fiscale, abbia tenuto nascosto nel cassetto del suo ufficio un provvedimento importante dal Ministero dell'Interno Italiano a favore dello straniero a cui è stato riconosciuto lo Status di rifugiato politico dallo Stato Italiano dopo 20 anni che egli era regolarmente soggiornante sul Territorio dello Stato. Il mio carissimo amico pensa che il provvedimento amministrativo non eseguito dal Dirigente poliziotto territorialmente competente, possa contenere, tra l'altro, anche la concessione della cittadinanza italiana.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

sono Isabella Fedrigotti Bossi, Bossi-Fini senza Fini di lucro!


sono una bambina di dodici, tredici , quattordicianni; because I am a girl, a nice girl! grazie al tuo aiuto adesso vado a scuola nella mia terra in Africa; alcuni di voi mi hanno suggerito di dire che noi occidentali dobbiamo smetterla di considerare l'Africa e gli Africani come degli eterni avete grandi bambini, e che dobbiamo lasciare l'Africa agli africani; altri mi hanno suggerito di dire che con i soli 60 centesimi e poi solo 10 euro, ciò si può fare e sarebbbe un investimento gigantesco: vuvuvu.planitaliainternational.iti
"Africani come degli eterni grandi bambini o bamboccioni!" Sì; si chiamano così, perché così noi occidentali li abbiamo battezzati quando siamo andati a casa loro a colonizzarli e saccheggiare le loro ricchezze, in primis le loro risorse umane ; sennò non si chiamerebbero africani! Diffidate di tutti quelli non africani che si occupano troppo dell'Africa!!!
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
sono Isabella Fedrigotti Bossi, Bossi-Fini senza Fini di lucro!


sono una bambina di dodici, tredici , quattordicianni; because I am a girl, a nice girl, a very nice african girl! grazie al tuo aiuto adesso vado a scuola nella mia terra in Africa; alcuni di voi mi hanno suggerito di dire che noi Occidentali dobbiamo smetterla di considerare l'Africa e gli Africani come degli eterni grandi bambini, e che dobbiamo lasciare l'Africa agli africani; altri mi hanno suggerito di dire che con i soli 60 centesimi e poi solo 10 euri, ciò si può fare e sarebbbe un grande e gigantesco investimento per l'Africa ma soprattutto per noi : vuvuvu.planitalia@international.iti
"Africani come degli eterni grandi bambini o bamboccioni?" Sì; si chiamano così, perché è così che noi
Occidentali li abbiamo battezzati quando siamo andati a casa loro a colonizzarli e saccheggiare le loro ricchezze, in primis le loro risorse umane ; sennò non si chiamerebbero africani! Diffidate di tutti quelli di noi Europei che, non sapendo casa fare perché disadattati e disoccupati(forse anche qualche mafioso siciliano che vorrebbe esportare il made in Italy in Africa: si pensi, per esempio, che un politico italiano condannato a 7 anni di reclusione per mafia, Totò Cuffaro, che non potendo esercitare la professione medica in Italia perché interdetto dai pubblici uffici, voleva andare in Burundi a fare il medico mafioso) si occupano troppo dell'Africa e degli Africani!!!
per una BuonaScuola autentica, I CONCORSI PUBBLICI A CATTEDRA VANNO ABOLITI: 1)assumere a tempo indeterminato tutti i docenti con una esperienza di almeno di tre anni d'insegnamento nella Scuola pubblica statale; 2)assumere a tempo indeterminato tutti i docenti abilitati con o senza esperienza d'insegnamento nella Scuola pubblica statale; 3) obbligo dii formazione continua per tutti i docenti in servizio.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

IL PRESIDE MOLTO CORROTTISSIMO LO E' FINO IN FONDO!!!
La segretaria del Preside corrotto, la signora Gina, ricevendo al telefono il mio carissimo amico africano che chiedeva chiarimenti sulla mendace dichiarazione che la Scuola ha fatto all'INPS, secondo cui il rapporto di lavoro con il Negro era cessato(prima di iniziare)per raggiunti limiti di età, ha sostanzialmente dichiarato: " a noi non ce ne frega niente della legge , né delle disposizioni del MIUR; il Preside ed io abbiamo sempre fatto cosi, e quindi, lei nella nostra Scuola non ci deve più mettere il piede Punto!". E poi, la signora segretaria dell'illustrissimo signor Preside, da come mi è stato riferito, ha maleducatamente chiuso la comunicazione senza fare concludere il professore.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

i nostri dirigenti scolastici milanesi applicano la riforma, tutta la riforma e nient'altro che la riforma renziana.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
IL PRESIDE MOLTO CORROTTISSIMO LO E' FINO IN FONDO!!!
La segretaria del Preside corrotto, la signora Gina, ricevendo al telefono il mio carissimo amico professore africano che chiedeva chiarimenti sulle mendace dichiarazioni che la Scuola ha fatto all'INPS, secondo cui il rapporto di lavoro con il professore Negro era cessato(prima di iniziare)per raggiunti limiti di età, ha sostanzialmente dichiarato: " a noi non ce ne frega niente della legge , né delle disposizioni del MIUR; il Preside ed io abbiamo sempre fatto cosi, e quindi, lei nella nostra Scuola non ci deve più mettere il piede Punto!". E poi, la signora segretaria dell'illustrissimo signor Preside, da come mi è stato riferito, ha maleducatamente chiuso la comunicazione senza fare concludere il professore. Noi Italiani non siamo razzisti contro i Negri, assolutamente no - posso affermarlo senza paura di essere smentito - purché essi, i Negri, stiano a casa loro e non vengano in Italia a rubare il lavoro ai nostri figli bamboccioni che non studiano e non si impegnano più di tanto!!!
IL PRESIDE MOLTO CORROTTISSIMO LO E' FINO IN FONDO... EGLI SARA' PURE MOLTO CORROTTO, MA NON PUO' AVERE LICENZIATO il mio carissimo amico professore ex Precario in quanto non ne ha la competenza. E così, l'ho appena rassicurato dicendogli che il suo Preside può essere un coglione, per non dire peggio, ma non può licenziarlo; e l'ho invitato ad informarsi su Internet, per esempio, leggendo qualcosa sulla rivista "Orizzonte scuola.it" :

"La chiamata diretta e' in pieno svolgimento con i docenti della scuola secondaria di II grado alle prese con l'inserimento del CV e l'indicazione della scuola di partenza su istanze On Line, operazione questa iniziata il 16 agosto e che dovrà' concludersi il 19 dello stesso mese.


In fase più avanzata è, invece, l'iter che condurrà i docenti della scuola dell'infanzia/primaria e secondaria di I grado dall'ambito alle scuole. Questi insegnanti, infatti, hanno già inserito il CV e indicato la scuola di partenza su Istanze On Line e inviato le candidature ai dirigenti scolastici; ricordiamo che i curriculum sono stati inseriti dal 92% degli insegnanti coinvolti per la scuola dell'infanzia/primaria e dal 93% per la secondaria di I grado.

La procedura dell'assegnazione dei docenti dall'ambito alle scuole, disciplinata dalle linee guida, si articola in due fasi: nella prima sono i dirigenti ad assegnare l'incarico ai docenti come abbiamo descritto in "Chiamata diretta: linee guida, cosa riguarda; NELLA SECONDA FASA, INVECE, SONO GLI USR AD ASSEGNARE I DOCENTI ALLE SCUOLE.
Nella seconda fase, ai sensi della normativa vigente, I DOCENTI NON ASSEGNATI AD ALCUNA ISTITUZIONE SCOLASTICA perché le loro candidature non hanno trovato accoglimento o perché non ne hanno presentate o perché il Dirigente scolastico non ha pubblicato il relativo avviso, SONO ASSEGNATI DAGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

LO STATO ITALIANO, ATTRAVERSO L'INPS, assiste i lavoratori che non lavorano o perché hanno perso il lavoro o perché non possono lavorare per vari motivi. Mentre i lavoratori che non possono lavorare devono essere assistiti dallo Stato, e cioè, dalla collettività, un burocrate corrotto dello Stato, quale il Preside e la sua segretaria scolastica che prendono lo stipendio dallo Stato, si danno da fare per licenziare un lavoratore ancora capace di lavorare per mandarlo ad essere a carico della collettività danneggiando ulteriormente lo Stato:

La segretaria del Preside corrotto, la signora Gina, ricevendo al telefono il mio carissimo amico africano che chiedeva chiarimenti sulla mendace dichiarazione che la Scuola ha fatto all'INPS, secondo cui il rapporto di lavoro con il Negro era cessato(prima di iniziare)per raggiunti limiti di età, ha sostanzialmente dichiarato: " a noi non ce ne frega niente della legge , né delle disposizioni del MIUR; il Preside ed io abbiamo sempre fatto cosi, e quindi, lei nella nostra Scuola non ci deve più mettere il piede Punto!". E poi, la signora segretaria dell'illustrissimo signor Preside, da come mi è stato riferito, ha maleducatamente chiuso la comunicazione senza fare concludere il professore.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Gli illustrissimi dirigenti scolastici milanesi? Ora che la riforma della BuonaScuola, alle porte dell'anno scolastico 2016/2017, entra nella sua piena applicazione, non trovo più l'aggettivo giusto per descrivere i nostri baroni Presidi milanesi che sono già all'opera e non fanno altro che applicare la riforma, tutta la riforma e nient'altro che la riforma renziana.
E il mio carissimo amico, Professor Precario(ex), mi ha appena informato che, effettivamente, il suo preside è andato fino in fondo nel tunnel della corruzione scolastica e lo ha licenziato ad nutum. Egli, il professore, viene a scoprire che il suo posto di lavoro è stato messo a disposizione per le chiamate dirette e che in questi giorni i presidi devono fare per assumere i docenti loro amici e amici degli amici. Io da buon amico gli ho suggerito di stare tranquillo, perché in questa delicata materia, c'è anche il ruolo del Provveditoratorissimo agli Studi di Milano che, in caso di troppa corruzione, provvede ad assegnare d'ufficio alle Scuole i docenti lasciati a casa dai presidi , come per il caso del mio carissimo amico. Ho inoltre, suggerito al professore che nel miniconcorso che il suo preside ha indetto per l'individuazione del docente che dovrà occupare il suo ex posto di lavoro, egli ha la precedenza sugli altri concorrenti. Quindi, è molto probabile che il preside il quale ha fatto di tutto (perfino una falsa dichiarazione all'INPS secondo cui il rapporto di lavoro con il professore che ha due anni in meno del coglione Preside lui, invece, ancora in servizio)per non avere un professore Negro nella sua Scuola, se lo troverà imposto e assunto proprio presso la sua corte dal 1°settembre 2016. avendo il professore vinto un concorso pubbico di selezione. La risposta del mio carissimo amico, è stata quella di dirmi, quasi senza crederci: "incrociamo le dita e speriamo in bene!" Comunque, finché si tratta di supplenze di competenza dei Dirigenti scolastici, qualche irregolarità da parte di presidi corrotti o razzisti, ci può stare clandestinamente s'intende, ma quando si tratta di un posto fisso già assegnato dal MIUR tramite il provveditoratorissimo agli Studi di Milano , non si scherza. Nella circolare MIUR "MIUR.AOODPIT.REGISTRO_UFFICIALEU.0002609.22-07-2016" sulle modalità di assunzioni triennali dei docenti di ruolo , si legge, per esempio,quanto segue: "... Nella seconda fase, ai sensi della normativa vigente, i docenti non assegnati ad alcuna Istituzione scolastica perché le loro candidature non hanno trovato accoglimento o perché non ne hanno presentate o perché il Dirigente scolastico non ha pubblicato il relativo avviso, sono assegnati dagli Uffici Scolastici Regionali alle istituzioni scolastiche". E quindi , non è vero che gli illustrissimi Presidi possano assumere chi vogliono, quando vogliono e come vogliono!!!
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Avere dei professori di origini straniere nella Scuola Italiana, è un arricchimento culturale importante per i nostri ragazzi. Eppure, i Presidi milanesi corrotti, nella loro stragrande maggioranza, non vogliono i professori stranieri presso le loro corti, specie se sono Africani Negri. Che ignorantoni sono questi Dirigentoni scolastici dispensatori di cultura!!!
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Il Preside del Liceo milanese dove stenta a lavorare il mio carissimo amico Professor Precario(ex), pare che abbia scaricato non solo dei programmi vietati(un manuale pratico illustrato sulla corruzione scolastica)ma anche la sua segretaria in merito alla responsabilità penale per una eventuale non assunzione del professore. Da quanto mi ha riferito il mio carissimo amico, l'atto di assunzione che ho potuto visionare con i miei due occhi + gli occhiali, è in buona forma ed è perfetta nonostante che la segretaria di Sua Maestà il signor Preside, abbia smentito per telefono l'esistenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con il Professore italiano di origine africana. Il preside, il cui nome e nemmeno il cognome non si può rivelare per motivi della riservatezza , potrebbe disconoscere la firma apposta sul prezioso documento, come ha fatto anche l'ex sindaco di Roma Marino.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Mwalimu Yakobo:
Il Preside del Liceo milanese dove stenta a lavorare il mio carissimo amico Professor Precario(ex), pare che abbia scaricato non solo dei programmi vietati(un manuale pratico illustrato sulla corruzione scolastica)ma anche la sua segretaria in merito alla responsabilità penale per una eventuale non assunzione del professore o altro. Da quanto mi ha riferito il mio carissimo amico, l'atto di assunzione(nomina d'ufficio) che ho potuto visionare con i miei due occhi + gli occhiali, è in buona forma ed è perfetta nonostante che la segretaria di Sua Maestà il signor Preside, abbia smentito per telefono l'esistenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con il Professore italiano di origine africana. Il preside, il cui nome e nemmeno il cognome non si può rivelare per motivi della riservatezza , potrà disconoscere la firma apposta sul prezioso documento, come pare abbia potuto fare anche l'ex sindaco di Roma Marino.

Il famoso illustrissimo signor Preside ( anche adesso è meglio non dire il suo nome né il cognome) della Scuola dove il mio carissimo amico lavora, invece di chiedere scusa per il suo comportamento razzista nei confronti di un professore italiano di origine africana, in una lettera/diffida ha appena ripetuto sostanzialmente , quello che aveva dichiarato la sua segretaria al professore Precario(ex)in una conversazione telefonica: " qui, nella mia scuola, noi non vogliamo il professore Negro; non me ne frega niente della legge né delle disposizioni del MIUR... Chiaro?". Questo è sostanzialmente il contenuto del pezzo di carta/diffida, una mail sulla carta intestata che il Preside ha fatto pervenire al mio carissimo amico. Egli, il Dirigentone scolastico, non ha avuto il coraggio di presentare una bella querela in sede penale per presunta diffamazione perché sa di essere nel torto anche se è un potente e potrebbe essere condannato anche per eventuali altri reati collegati e circostanze aggravanti il licenziamento del professore.
Fermate lo strapotere , l'arroganza e soprattutto l'ignoranza(della legge) dei Presidi d'Italia e non solo milanesi!!!


Chiamata diretta: dirigente chiede "esame" di 15 minuti e avverte, nessuna libera professione
di Anselmo Penna(http://www.orizzontescuola.it/news/chiamata-dirett...)


Il dirigente scolastico ha trasforma il colloquio di assunzione in un vero e proprio esame, durante il quale il candidato deve simulare "un intervento didattico della durata di 15 minuti su un argomento a scelta".
Il dirigente ha costitusce anche una commissione giudicatrice, formata da "un gruppo di docenti di ruolo in servizio presso" l'istituto.
Nell'avviso, inoltre, viene inserita una postilla specifica per la classe di concorso A019 (Discipline Giuridiche ed Economiche). Secondo quanto leggiamo nell'avviso, il dirigente avverte che "il docente individuato non potrà essere autorizzato all’esercizio di altra professione nel corso del triennio", che "la unicità del ruolo professionale sarà considerato titolo di preferenza" e che "l’eventuale inosservanza di questo punto è causa di interruzione del rapporto del lavoro in qualsiasi momento del triennio."
Il dirigente, infine, inserisce nell'avviso che per rispettare le "pari opportunità, sarà preferita la scelta di un docente di sesso maschile ed uno di sesso femminile."
Innanzitutto ci troviamo dinanzi ad un ulteriore esempio di avviso trasformato in "bando", con tanto di commissione giudicatrice. Ricordiamo che il colloquio non può essere trasformato in un "concorso", lo ha detto lo stesso Ministero nelle FaQ sulla chiamata diretta. Pertanto, la richiesta della scuola di un intervento di 15 minuti davanti ad una commissione è illecita.
Altra questione riguarda l'inserimento della richiesta di rinuncia alla libera professione per la classe di concorso A019 e l'evocazione delle "pari opportunità" per assegnare l'incarico a due docenti di sesso differente.
Infine, la scuola ha modificato anche il calendario indicato dal Ministero, con una accettazione dell'incarico che porta quale data di scadenza il primo settembre 2016. Data alla quale i docenti senza sede avranno già ricevuto incarico da parte dell'USR.
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Il famoso illustrissimo signor Preside ( anche adesso è meglio non dire il suo nome né il cognome) della Scuola dove il mio carissimo amico lavora, invece di chiedere scusa per il suo comportamento razzista nei confronti di un professore italiano di origine africana, in una lettera/diffida ha appena ripetuto sostanzialmente , quello che aveva dichiarato la sua segretaria al professore Precario(ex)in una conversazione telefonica: " qui, nella mia scuola, noi non vogliamo il professore Negro; non me ne frega niente della legge né delle disposizioni del MIUR... Chiaro?". Questo è sostanzialmente il contenuto di pezzo di carta/diffida, una mail sulla carta intestata che il Preside ha fatto pervenire al mio carissimo amico. Egli, il Dirigentone scolastico, non ha avuto il coraggio di presentare una bella querela in sede penale per presunta diffamazione perché sa di essere nel torto anche se è un potente e potrebbe essere condannato...
Jacques Sayumwe
male
yakobo323@gmail.com
Mwalimu Yakobo

Il professore exPrecario mio carissimo amico,mi ha appena informato che la sua Scuola ha cominciato a restituire lo stipendio, con gli interessi, del mese di Gennaio e Febbraio 2016 che era stato deliberatamente dirottato verso una Banca in cattivo rapporto con il cliente . La scuola aveva ignorato le indicazioni del lavoratore africano ed aveva preferito regalare il suo stipendio alla Banca nemica Ing Direct. Ho dato una in bocca al lupo al mio carissimo amico e gli ho detto che , forse, qualcosa si stava muovendo. Eppur si muove!